libri · recensioni

Driven 3. Vinti dall’amore – K. Bromberg .

Slave cari lettori, oggi vi aspetta la recensione dell’ultimo capitolo della serie Driven nata dalla penna di K. Bromberg.


TITOLO : DRIVEN 3 – VINTI DALL’AMORE driven

AUTORE : K.BROMBERG

CASA EDITRICE : FABBRI EDITORE LIFE

TRAMA: Accade tutto in un istante. L’auto di Colton, lanciata sul circuito di gara a trecento chilometri orari, scompare in una densa nube di fumo e ne esce vorticando in aria, per poi schiantarsi al suolo. Per Rylee è come rivivere la tragedia del suo ex: la corsa disperata verso l’ospedale, i minuti di ansia trascorsi sapendolo in bilico tra la vita e la morte, le ore di angoscia in attesa della prognosi. Ma quando Colton riprende conoscenza, la ragazza non ha più dubbi. Il suo unico desiderio è stare accanto a lui, all’uomo che ama. La riabilitazione, però, è lunga e faticosa. Colton adesso si trova ad affrontare, oltre ai fantasmi del passato che non gli danno mai tregua, anche i violenti attacchi di panico scatenati dal trauma dell’incidente. E persino la minaccia di uno scandalo… Finché una notte, davanti alla perdita più lacerante, Colton riesce a confessare a Rylee il segreto che non hai mai avuto il coraggio di svelare a nessuno e di cui è rimasto prigioniero per tutta la vita. In un sol colpo, tutte le barriere si infrangono e nel buio dell’anima del ragazzo si accende una luce inaspettata: forse, anche lui è finalmente libero di amare.

RECENSIONE:

Avevamo lasciato Colton e Rylee in una situazione disastrosa: lui ha avuto un incidente durante la gara e lei, dopo aver finalmente ritrovato il suo amore si trova spiazzata e con il cuore a pezzi rivivendo il suo tragico incidente dove ha perso il fidanzato Max. La corsa in ospedale e l’attesa per conoscere le condizioni di Colton porteranno tutti i personaggi quasi alla pazzia.

Vi sembra troppo deprimente? Non preoccupatevi, non abbandonate la lettura e ne sarete felici.

In una stanza asettica d’ospedale  Rylee fa l’unica cosa che la fa stare meglio: prega i supereroi che hanno aiutato Colton a sopravvivere all’inferno che è stato il suo passato. Le ore passano fino a diventare giorni e Rylee non ce la fa più: non può perderlo proprio ora che l’ha ritrovato. Così, quando una mattina, i suoi occhi incontrano quelli di lui per lei non ci sono più domande da farsi: è arrivato il loro momento e non permetterà che Colton scappi nuovamente da lei e da quello che provano l’uno per l’altro.

La situazione sembra tornare alla normalità, ma per i nostri due amanti non esiste nulla di normale.

Colton odia essere compatito e non vuole ammettere di essere terrorizzato dall’idea di tornare in pista. I suoi demoni continuano a tormentarlo e non sa come essere l’umo giusto per Rylee. Lei sogna amore e affetto, ma per Colton questi sentimenti non hanno lo stesso significato, per lui corrispondono ad egoismo e cattiveria. Gli ostacoli sono molti e sembrano insormontabili, ma lui troverà la forza di abbatterli e prendersi la donna che ama di più al mondo.

Il cuore mi batte all’impazzata, e capisco che Rylee ha superato anche l’ultimo muro e aperto lo scrigno, il mio vaso di Pandora, affinché tutto il male che sarebbe dovuto restarci rinchiuso fino alla fine dei tempi volasse via, liberandomi l’anima e lasciandoci un’unica cosa. La speranza.

Rylee cerca in tutti i modi di risollevarlo, ma il suo carattere da “mamma chioccia e crocerossina” non aiutano; la sua pazienza verrà messa a dura prova, ma troverà il coraggio e la forza di essere la donna giusta per Colton lasciandogli il tempo di combattere i suoi demoni da solo. Una sconvolgente scoperta capovolgerà del tutto la vita di Rylee e metterà a dura prova il suo rapporto con Colton, ma alla fine entrambi capiranno che ciò che li sconvolge tanto è esattamente quello di cui hanno più bisogno.

Abbiamo amato. Abbiamo perduto. Ma adesso siamo di nuovo insieme, io e lui soli. E non è mai stato tanto bello perdermi in qualcuno, per ritrovarmi.

Questo capitolo conclusivo mi ha emozionato più degli altri precedenti. Le sensazioni sono forti e i colpi di scena sempre dietro l’angolo. Il POV alternato ci dà la possibilità di conoscere finalmente bene i demoni di Colton e capire che il grande uomo ha dentro di sé un bambino spaventato e tormentato, ma con un grande cuore capace di amare incondizionatamente.

Il finale mi ha emozionata e lasciato con il desiderio di leggere ancora di Colton e Rylee che di sicuro avranno un posto speciale nel mio cuore.

cuorecuorecuorecuorecuore


Avete già letto questa trilogia? Fatemi sapere che cosa ne pensate.

Alla prossima recensione. Kiss kiss.

 

4 thoughts on “Driven 3. Vinti dall’amore – K. Bromberg .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.